Accedi Registrati

Accedi

Il 7 giugno 2018, le sezioni 5 anni delle scuole dell’infanzia “Il Girotondo 1” e “Il Girotondo 2” si sono finalmente ritrovate con le classi prime della scuola primaria “Giacomo Leopardi” di Serra de’ Conti, loro ex compagni di giochi.

La gioia e l’emozione di questo giorno sono testimoniate dalle foto e dalle insegnanti che li hanno guidati in questo percorso, dove il “Progetto Continuità” ha rappresentato l’opportunità, oltre che di incontrarsi e condividere una bella esperienza, di approfondire il tema del “GIOCO”, sia rispetto alle aspettative dei bambini, in particolare di quelli dell’infanzia, sia rispetto alla sua essenza prettamente infantile che accomuna i bambini di tutte le epoche (per la scuola primaria).

(Scuola Primaria)
Gli alunni delle classi prime, infatti, hanno affrontato, durante l’anno scolastico, il “Gioco” dal punto di vista storico, quale attività che sempre i bambini hanno prediletto, a prescindere dall’appartenenza a un luogo o a un ceto sociale. Insieme si sono riscoperti alcuni giochi del passato, dei propri nonni o bisnonni, che ancora oggi talvolta si praticano: nascondino, mosca cieca, tiro alla fune, cavallina, campana… e altri non più: il gioco dei cerchi, ad esempio, da spingere con un bastoncino. I bambini hanno riflettuto sul fatto che un tempo si giocava molto di più all’aria aperta, a contatto con la natura e non tanto con oggetti quanto con giochi di movimento. Oggi, invece, sono consapevoli che i loro sono giochi di destrezza visiva e manuale, come la play-station. Nonostante ciò, il movimento è ancora un’attività fisica che appena possono praticano volentieri. Alla ricreazione, in quei giorni, si è giocato spesso alla cavallina, con grande divertimento.
Ad aprile, i bambini delle prime hanno scritto una lettera ai loro amici dell’infanzia per invitarli a trascorrere insieme questa giornata della “Continuità”. La lettera, divisa in grandi pezzi di puzzle, è stata inviata in parte ai bambini del Girotondo 1, in parte ai bambini del Girotondo 2, i quali poi, tutti insieme, hanno ricomposto il puzzle e potuto leggerne il contenuto.
Il 7 giugno, ci si è ritrovati in palestra. I bambini sono stati divisi in tre grandi gruppi, preventivamente predisposti dalle insegnanti e contraddistinti da braccialini dei tre colori primari: blu, rosso e giallo. Ogni gruppo, a rotazione, ha potuto sperimentare e giocare con i bambini dell’altra classe e sezione, affrontando tre giochi (attività ludiche) proposti ognuno da una scuola. La scuola primaria ha proposto il tradizionale gioco della CAMPANA.

(Scuola Infanzia “Il Girotondo 1”)
In fase di svolgimento dei dipartimenti, all’interno del gruppo scuola dell’infanzia 5 anni, tutte le insegnanti hanno definito le modalità per promuovere la prassi didattica del compito di realtà intitolato “Divertimento in movimento”. Con le colleghe si è deciso di far sperimentare ai bambini l’invenzione di un gioco motorio che poi sarebbe stato proposto a tutti i bambini dell’ultimo anno dell’infanzia e della prima classe primaria ed eseguito nel giorno della continuità, il 7 giugno.
L’attività è stata presentata ai bambini della scuola “Il Girotondo” sede centrale; ognuno ha progettato con vivo interesse e motivazione il proprio gioco, definendo nome, spazi, tempi, strumenti, azioni e regole (copione/script), impazienti e fieri di condividerlo e sperimentarlo assieme al gruppo classe. Tra tutti i progetti presentati, i bambini sono stati invitati a votare democraticamente il gioco che di più raccoglieva il loro gradimento.

(Scuola Infanzia “Il Girotondo 2”)
La lettera puzzle della scuola primaria è stata, per i bambini della scuola dell’infanzia “Il Girotondo” di Via Martorello, l’input per inventare dei giochi motori, a squadre, o percorsi con diversi materiali a disposizione. Le insegnanti, dopo aver condiviso con i bambini il contenuto della lettera di invito, hanno chiesto di pensare/inventare nuovi giochi con diversi materiali, regole e spazi. I bambini hanno così disegnato individualmente il proprio “progetto” di gioco e spiegato al proprio gruppo le regole, i materiali occorrenti e lo spazio dove poterlo realizzare. Dopo averli verbalizzati e realizzati si è democraticamente votato, scegliendone uno, che poi si è proposto prima ai bambini dell’altro plesso dell’infanzia nella giornata di “scambio” dei giochi scelti, poi nella giornata finale di incontro con la scuola primaria in palestra.

È stato per tutti i bambini dell’ultimo anno delle due scuole un compito di realtà: durante la progettazione e l’attuazione dei giochi sono emerse capacità intuitive, logiche, spaziali, creative e anche linguistiche, nonché motorie. Oltre a ciò i bambini hanno saputo confrontarsi, imparando a rispettare le idee altrui, ma anche spiegare e sostenere il proprio punto di vista e le proprie scelte.
L’incontro con i bambini delle classi prime è stato divertente ed emozionante per tutti.

Le insegnanti della scuola primaria Antonucci Stefania, Bonetti Caterina, Patregnani Gabriella, Vernuccio Maria Rosaria.
Le insegnanti della scuola dell’infanzia Carotti Serenella, Centanni Rita, Mearelli Orietta, Pellegrini Giorgia, Raffaeli Paola.

Agenda

Grafica e stile del sito

Newsletter

Traduttore

Go to top

Questo sito necessita dell'utilizzo dei cookies per il suo corretto funzionamento. Chiudendo questo banner e continuando la navigazione acconsenti al loro uso.