Accedi Registrati

Accedi

Il 6 giugno 2018, alle ore 21:00, presso il teatro del plesso A. Anselmi, le insegnanti Petronilli Maria Cristina e Bucci Ombretta hanno presentato, insieme agli alunni della classe IA, i progetti CLIL che hanno pubblicato sulla piattaforma eTwinning.

Il Dirigente scolastico Dennis Luigi Censi e il prof. Giuseppe Granato hanno spiegato alle famiglie l’importanza della piattaforma eTwinning, che permette di realizzare progetti con insegnanti ed alunni appartenenti ai diversi paesi della comunità europea, scambiandosi informazioni, conoscenze e competenze.

Il primo progetto “From cow… to cheese”, presentato dalla docente Petronilli, ha previsto una serie di uscite sul territorio arceviese alla scoperta della provenienza del latte, visitando due aziende agricole basate sull’allevamento di bovini da carne e da latte. Gli alunni hanno approfondito le caratteristiche nutritive di questo alimento, l’origine animale o vegetale e i derivati del latte. Interessanti i laboratori del gusto tenutisi in classe dopo una visita in latteria e dopo l’intervento di un dietista. Divertenti i momenti della preparazione di ricette tipiche come la pasta ai quattro formaggi e il tiramisù. Tutte le attività sono state il contesto d’apprendimento per arricchire le conoscenze lessicali della lingua inglese degli alunni come prevede la metodologia CLIL (Content and Language Integrated Learning). Le uscite e i laboratori sono stati ampiamente documentati attraverso foto e video pubblicati sulla piattaforma e condivisi con una docente turca, Yasemin Erenoğlu, con i suoi alunni di classe seconda, e con un'altra docente di Piacenza, Ketty Corrado, con i suoi alunni di classe seconda.

La classe turca
La classe turca

La classe di Piacenza
La classe di Piacenza

Il secondo progetto, intitolato “The monument of my heart”, della docente Bucci Ombretta, aveva come obiettivo principale la conoscenza del patrimonio artistico locale attraverso uscite nel centro storico di Arcevia, la selezione di un monumento in particolare e l’approfondimento dei valori rappresentati dal monumento. Il monumento scelto è stato quello “Al donatore” dell’AVIS che ha permesso di affrontare il delicato e importante tema della donazione del sangue e in generale della solidarietà. Sono seguite visite al Centro trasfusionale di Arcevia, l’intervista al Presidente della sezione locale dell’AVIS Stefania Aguzzi e ai genitori donatori di sangue che si sono gentilmente offerti di fornire la loro testimonianza diventando, insieme ai piccoli studenti giornalisti, protagonisti di un TGino. Non è mancato il momento della creatività che ha permesso ai bambini di immaginare il monumento del loro cuore come meglio credevano, illustrandolo tramite disegni e inventando una fiaba collettiva sulla solidarietà, “La storia di Lulù” scritta in un e-book con il programma online Storyjumper. La docente Bucci ha condiviso materiali e video con i suoi partners di progetto: l’insegnante Laura Gigli di Roma con la sua classe quarta e la docente polacca Katarzyna Kozak con i suoi alunni di una classe seconda e di una classe terza.

Intervista ai genitori donatori
Intervista ai genitori donatori

Visita al centro trasfusionale di Arcevia
Visita al centro trasfusionale di Arcevia

In entrambi i progetti, la corrispondenza cartacea e le videochat tra gli alunni in lingua inglese non solo hanno migliorato le conoscenze linguistiche, ma hanno fatto nascere amicizie a distanza che sono alla base per la costruzione di un futuro di pace.

Tutto questo è stato raccontato dalle docenti e dagli studenti durante la serata, intervallata dalla visione di filmati sulle esperienze didattiche realizzate e da canzoni.

A conclusione della serata, il Sindaco Andrea Bomprezzi e la Presidente dell’AVIS Stefania Aguzzi sono intervenuti riconoscendo il valore educativo e didattico dei progetti e invitando le insegnanti a proseguire in questa direzione.

Tutta la documentazione prodotta sarà visibile sulla piattaforma a conclusione dei progetti.

eTwinning wall
eTwinning wall
Un enorme cartellone con foto delle classi partners dei due progetti CLIL e la corrispondenza cartacea che ha unito alunni così distanti tra loro è servito per documentare lo scambio comunicativo che è alla base della piattaforma Etwinning.
Comunicare per comprendersi ed accettarsi.

Agenda

Grafica e stile del sito

Newsletter

Traduttore

Go to top

Questo sito necessita dell'utilizzo dei cookies per il suo corretto funzionamento. Chiudendo questo banner e continuando la navigazione acconsenti al loro uso.